Test di efficienza per la Capitaneria di Porto di Mazara del Vallo

La Capitaneria di Porto di Mazara del vallo ha dato vita all’esercitazione complessa denominata Pollex 2016. La prova si è svolta nelle acque antistanti il porto di Mazara del Vallo e consisteva nella simulazione di una chiamata di soccorso giunta via radio alla Sala Operativa della locale Autorità Marittima, con cui veniva segnalata un’esplosione a bordo di un peschereccio provocando il ferimento di un membro dell’equipaggio e sversamento di sostanze inquinanti in mare. Alla chiamata, scattava la macchina dei soccorsi con l’impiego delle unità navali della Guardia Costiera, specializzate in operazioni Sar (Search and Rescue) e veniva attivato il piano locale antinquinamento predisposto per fronteggiare gli inquinamenti in mare da idrocarburi con la collaborazione del Comando Provinciale dei VV.F., dei Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia Municipale, Protezione Civile, Maestranze del porto, Volontari e di Ecolmare.
Un’operazione che ha avuto l’obiettivo di testare l’efficienza, l’efficacia e la preparazione del personale esposto giornalmente a questi rischi.