Milazzo: “a rischio la produzione vitivinicola per le anomale ondate di calore”

“Le anomale ondate di calore di queste ultime settimane, con temperature oltre i 40 gradi, hanno causato ingenti danni alle colture ed in particolare ai vigneti. Parecchie infatti sono le segnalazioni che arrivano da agricoltori e aziende agricole che parlano di una vera e propria catastrofe in atto. Interi vitigni seriamente danneggiati a causa delle alte temperature registrate e precoce maturazione dell’uva rischiano di compromettere irrimediabilmente la produzione vitivinicola con gravi ricadute economiche per l’intero comparto”. Queste parole sono state pronunciate dall’onorevole parlamentare del PD Antonella Milazzo, seriamente preoccupata per il settore agricolo danneggiato dalle anomale ondate di calore, fin troppo frequenti, che hanno flagellato il nostro territorio. La Milazzo ha informato l’assessore Antonello Cracolici, il quale si “è dichiarato disponibile a valutare la situazione e ad attivare, eventualmente, tutte le procedure necessarie per chiedere lo stato di calamità naturale a fronte delle denunce di danno che gli agricoltori stanno presentando in queste ore agli ispettorati provinciali dell’agricoltura”. Al caldo naturalmente si aggiunge la siccità. Non piove oramai da marzo e l’acqua scarseggia nei pozzi, ulteriore motivo di preoccupazione per gli agricoltori che temono per le loro coltivazioni e per i consumatori che temono, a loro volta, un aumento dei prezzi al dettaglio.