Omicidio panettiere a Florida (SR). Fermati tre giovani. Due sono minorenni

Foto Ansa

Tre giovani sospettati dell’omicidio del 49enne, Sebastiano Sortino, titolare di un panificio, ucciso due notti fa a Floridia (Sr), sono stati fermati nella giornata di ieri, con l’accusa di omicidio volontario in concorso e porto e detenzione di munizioni ed arma.

I giovani, due dei quali minorenni, sono stati trasferiti al centro prima accoglienza minori di Catania; mentre l’unico maggiorenne, Dylan Foti, di 19 anni, è stato chiuso nel carcere Cavadonna a Siracusa. Secondo quanto ricostruito dai militari dell’Arma l’omicidio è scaturito per una vendetta dopo un’accesa lite che i tre giovani avevano avuto con la vittima. Secondo quanto ricostruito sarebbe emerso che, i tre giovani alle 3 di sabato scorso, si sarebbero presentati nel panificio per consumare cornetti e pizzette. Poi avrebbero iniziato a prendere e lanciare dei pezzi di legno utilizzato per l’accensione del forno, facendo irritare il proprietario che li avrebbe cacciati dal locale. I giovani quindi per vendetta avrebbero architettato l’agguato.