Marsala. Ancora nuovi toponomi di “figli” mentre i figliastri attendono da 6 anni

IL Comune di Marsala riferisce che è stata intitolata ieri pomeriggio al Vescovo salesiano Michele Foderà la piazza che insiste all’intersezione fra via Sirtori e corso Calatafimi. Ovvia presenza istituzionale con l’Assessore Accardi che con il prete Stefano Martoglio e alcuni familiari del salesiano, ha scoperto la targa toponomastica.

Dal 2011 giacciano negli uffici comunali circa una decina di documenti approvati secondo la procedura prevista , già approvati dall’Ufficio Territoriale del Governo (ente incostituzionale in Sicilia).
In questi anni di targhe e targhette per nuovi toponomi sono state affisse dimenticando sempre quelli approvati dalla sindacatura Carini.

Insomma, sembra proprio una questione di figli e figliasti e di corsie privilegiate come spesso accade.  Ci è sempre stato detto che non c’erano soldi per le targhe, ovviamente solo per quelle che non interessavano si potrebbe dire senza che qualcuno possa contraddirci.

L’Assessore Accardi l’anno scorso ci disse che avrebbe provveduto a sanare la questione in pochi giorni (sic).   E’ trascorso più di un anno e tutto sembra dormine mentre si continua ad affiggere “nuovi” targhe di toponomi decisi ed approvati molto dopo di quelli al tempo di Carini.

Assessore Accardi , che ci dice ?