Marsala. Donna denuncia il marito per stalking

Non accettava la decisione della moglie di porre fine al loro rapporto, per tale motivo non perdeva occasione per minacciarla e molestarla, pedinarla, e in alcuni casi picchiarla. La donna spaventata dall’atteggiamento aggressivo del coniuge ha denunciato più volte la situazione al Commissariato di Polizia di Marsala. La vittima di queste “attenzioni”  morbose aveva cambiato il suo stile di vita, e per paura di incontrare il marito molesto aveva ridotto al minimo indispensabile le uscite, preferendo restare a casa, al sicuro. Lui però la assillava continuamente, anche telefonicamente, cercando una riconciliazione. A ogni rifiuto della dona rispondeva in maniera diversa ma sempre aggressiva con inseguimenti, telefonate moleste, messaggi offensivi e vere e proprie aggressioni fisiche (mettendole le mani al collo e strattonandola). La denuncia formale della donna ha consentito l’allontanamento dell’’uomo che alla fine è stato sottoposto alla misura cautelare del divieto di dimora nel comune di Marsala. Il 43enne marsalese, pregiudicato, deve rispondere di stalking e maltrattamenti in famiglia.  Nella medesima giornata, si traeva in arresto Russo Vito, pregiudicato di anni 58, condannato per bancarotta fraudolenta.

Negli stessi giorni gli uomini del commissariato di via Verdi hanno arrestato un 58enne marsalese, Russo Vito, in seguito all’ordine di esecuzione per la carcerazione emesso dalla Procura Generale di Palermo. L’uomo dovrà scontare la pena di 2 anni e 9 mesi di reclusione per reati finanziari.

 a