La Sicilia prima in Italia per numero di aziende alimentari

Oltre il 12% di aziende dell’industria alimentare si trova in Sicilia. Lo svelano i dati di InfoCamere-Movimprese. Secondo questo scatto l’isola è la prima regione in Italia per numero di imprese attive nel settore cibo. Sul secondo gradino del podio la Campania, mentre alla Lombardia spetta la medaglia di bronzo. L’Emilia Romagna, patria dei prosciutti, dei tortellini, del parmigiano è soltanto quinta.

La Sicilia questa volta conquista la vetta della classifica: sono in totale 7321 le attività dell’industria alimentare. E si tratta di un dato in leggera crescita (1.6%) rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Incrementi che fanno ben sperare. Ma vediamo come sono distribuite nel territorio queste aziende. Come era prevedibile è Palermo a vantare il numero maggiore di attività dell’industria alimentare (1610) seguita da Catania (1595). Rispetto al 2015 entrambe le città hanno fatto registrare un +1,8%. La crescita in percentuale più importante spetta però ad Agrigento (con 671 aziende fa segnare un incremento del 3,1%) e ad Enna (259 attività, +4%).

Anche Trapani cresce, anche se si tratta di un leggero progresso (+0,6%), e con 706 aziende alimentari si piazza al quarto posto in Sicilia, dopo Palermo, Catania e Messina.

Buona parte delle industrie alimentari della provincia hanno sede a Marsala, seguita da Trapani e da Mazara del Vallo.  L’industria alimentare si conferma un settore strategico per l’Italia e per la Sicilia, che da sempre ha fatto del cibo un punto di forza.