La salvezza di Mazara del Vallo passa (forse) dai fondi Feamp

È stata approvata la graduatoria definitiva dei Flag, le aggregazioni territoriali che riuniscono enti locali e portatori di interesse per promuovere lo sviluppo dell`indotto del mare. Lo ha dichiarato in comunicato ufficiale l’assessore all’Agricoltura e Pesca della Regione Sicilia Antonello Cracolici, che ha ribadito: « Sono state finanziate con 16 milioni e mezzo di euro di fondi Feamp le strategie di sviluppo locale delle prime 6 aggregazioni in graduatoria a cui si aggiunge la settima aggregazione, anch’essa finanziata con le economie disponibili».
Sempre secondo quanto emesso dalla nota dell’Assessorato, il 30% delle somme per la strategia di sviluppo locale sarà destinato a piccoli interventi infrastrutturali nelle zone portuali come ripristino dell’illuminazione, creazione di isole ecologiche e manutenzione. Un finanziamento che a detta dell’Assessore fortificherebbe e non poco l’impegno profuso da coloro i quali cercano di valorizzare anora di più le risorse del territorio, in quanto con questo progetto: «La Sicilia è al primo posto tra le regioni italiane per numero di bandi pubblicati dall`avvio della nuova programmazione del Feamp – aggiunge Cracolici -, che darà 120 milioni ai pescatori dell`Isola. Rispetto alla vecchia programmazione sono stati inseriti nuovi criteri: più attenzione alla tracciabilità e alla valorizzazione del pescato siciliano, maggiori risorse per la manutenzione dei porti, tempi più veloci e una maggiore efficienza dei Flag».
Gli abitanti e gli amanti di questa terra, sperano che questo sia un passo importante per far ritornare protagonista la Sicilia sul campo della produzione alimentare, visto che in aree dove le ricchezze naturali del territorio dovrebbero costituire da sole più del 50% dello sviluppo economico del luogo, e in questo caso proprio a Mazara del Vallo, si freme per avvistarne gli effetti positivi per il benessere di tante famiglie.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.