Marsala. Chiesti 6 anni e sei mesi di carcere e confisca dei beni per Michele Licata

Nell’ambito del procedimento con rito abbreviato che si svolge innanzi al Giudice della Udienze Preliminare, Riccardo Alcamo, contro  Michele Licata imputato per evasione fiscale e truffa allo stato, il PM Antonella Trainito al termine della sua requisitoria  ha chiesto per l’imputato 6 anni e sei mesi di reclusione e la confisca dei beni.

Secondo la ricostruzione della Guardia di Finanza e della Procura della Repubblica, Licata avrebbe evaso, per iva e tasse nel periodo 2006/2013, tra i 6 e i 7 milioni di euro, e incassato finanziamenti pubblici “non dovuti”  per circa 4 milioni.

Nei confronti di Licata è stato effettuato un sequestro “preventivo d’urgenza” di 103 milioni di euro in  quote societarie, beni  mobili e immobili, e depositi bancari.