BaluArte: “Non ci si serve della cultura, la cultura va servita”

“lo sforzo disperato che compie l’uomo nel tentativo di dare alla vita un qualsiasi significato è teatro” ad affermarlo era il grande Edoardo De Filippo, a condividerlo sono oggi i quattro direttori artistici dell’Associazione Culturale Baluardo Velasco, Salvatore Ciaramidaro, Claudio Forti, Diana D’Angelo e Paolo Navarra, che da sei anni si impegnano con passione e professionalità, alla promozione del teatro, della musica, della cultura in genere. “Abbiamo costruito uno spettacolo vario per tutti” ha dichiarato Navarra, editore, musicista e compositore, alla conferenza stampa della presentazione della stagione BaluArte 2016/2017, tenutasi martedì 15 novembre, presso la sede del teatro in via Frisella, condotta dall’addetta stampa Claudia Marchetti. Un programma in cui il teatro, tragicomico si alterna alla musica d’autore, agli artisti locali, alla sperimentazione d’avanguardia. Ad aprire la rassegna sarà una strepitosa Anna Mazzamauro con il suo spettacolo “Nuda e cruda”, domenica 20 novembre, presso il teatro Sollima.
Tra gli artisti protagonisti di questa nuova stagione: David Riondino, l’attore napoletano Mariano Rigillo, Giuseppe Pambieri, Ares Tavolazzi, Patrizio Fariselli degli Area, il chitarrista Marco Poeta, il cantautore Stefano Barotti. Presente in conferenza anche l’assessore alle Politiche Culturali, Clara Ruggieri che ha asserito: “Il Comune negli anni passati ad oggi, non ha mai organizzato una rassegna teatrale. Questo per problemi di risorse. Lo fanno però diverse compagnie come il Baluardo che, con sacrificio, organizzano eventi di qualità importanti per una realtà come Marsala.
Come Amministrazione vogliamo inserire Marsala in una rete di teatri a livello regionale e nazionale con la possibilità di portare spettacoli in città e nello stesso tempo aiutare gli artisti di casa nostra ad essere inseriti in un circuito molto più ampio.
Non vogliamo mettere nessuno da parte”.
Il presidente, il drammaturgo Claudio Forti ha ribadito: “la nostra è una scommessa continua, in 6 anni abbiamo realizzato circa 150 spettacoli senza fondi pubblici, grazie agli sponsor privati. Quindi è importante fare opera di divulgazione intorno a rassegne come queste”.
Grazie alla cantina Caruso & Minini che ancora una volta si conferma come sponsor affezionato e sensibile e grazie a tutti coloro che credono nella bellezza dell’arte. Forti, inoltre, ha comunicato che le rappresentazioni culturali, teatrali e musicali della rassegna BaluArte 2016-2017, rientrano nella normativa del Miur – Ministero Pubblica Istruzione – per il Bonus Cultura di 500 euro per docenti e i ragazzi che hanno compiuto il diciottesimo anno di età. Un’importante occasione offerta sia ai beneficiari, sia al Baluardo Velasco che potrà contare su un pubblico sempre più numeroso e differenziato.
“Quello che diciamo sempre è: non ci si serve della cultura, la cultura va servita”, ha concluso il regista e attore, Salvatore Ciaramidaro.

Gianna Panicola