Gela, sequestrati beni ad affiliato di cosa nostra

508

I Carabinieri di Gela ed i Finanzieri del Nucleo Polizia Tributaria del Comando Provinciale di Caltanissetta, nella giornata di ieri hanno dato esecuzione alla misura di prevenzione del sequestro patrimoniale a carico di un affiliato a Cosa Nostra gelese.

Tra i beni posti sotto sequestro ci sono diversi beni mobili ed immobili, nonché un intero complesso aziendale, per un valore complessivo di circa un milione di euro. Beni riconducibili al 42enne pregiudicato gelese Nicola Liardo, considerato da sempre vicino alla famiglia “Emmanuello”, ed arrestato in numerose operazioni delle forze di polizia per associazione mafiosa. L’indagine, coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Caltanissetta, ha visto una stretta collaborazione tra Carabinieri e Guardia di Finanza. I beni posti sotto sequestro per la confisca sono: 150.000,00 di euro circa di denaro contante; due immobili nel centro storico di Gela, tra cui la casa dove abita la famiglia del Liardo; 4 (quattro) terreni agricoli, che si estendono per diversi ettari, nelle contrade Manfria e Gibliamuto dell’agro gelese; 4 (quattro) veicoli a motore per un valore di 25.000,00 euro circa; una nota ed avviata pizzeria-tavola calda di via Venezia a Gela.

Le operazioni di sequestro hanno visto impiegate contemporaneamente pattuglie della Guardia di Finanza e dei Carabinieri nei comuni di Caltanissetta e Gela.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.