MARSALA: bene confiscato alla mafia diventerà cittadella della sicurezza

Il sindaco, l’ assessore Accardi, il segretario generale Bernardo Triolo, i vertici provinciali ed alcuni esponenti delle forze dell’ ordine, nella mattinata di ieri, 14 Dicembre, hanno fatto un sopralluogo nella struttura che all’ inizio del duemila ospitava la cantina UVAM.

La struttura sita in corso Calatafimi venne sequestrata dalla magistratura perchè era finita nel mirino della DIA. apparteneva infatti ad un imprenditore di Castelvetrano vicinissimo al superlatitante Matteo Messina Denaro e che si occupava della grande distribuzione alimentare in provincia di Trapani. Adesso l’ ex cantina dovrebbe ospitare le caserme della Guardia di Finanza, dei carabinieri, della polizia e dei vigili del fuoco dato che tutte hanno sede in luoghi in affitto. Questo consentirebbe un risparmio notevole.