BENI CONFISCATI ALLA MAFIA: al via il processo di assegnazione

142 immobili confiscati alla criminalità organizzata tutti ubicati nel territorio della provincia di Trapani e il cui valore complessivo ammonta a 18 milioni di euro, saranno messi a disposizione di Enti e Associazioni che potranno utilizzarli come loro sedi.

Di questo si è parlato nella seconda Conferenza dei Servizi organizzata dall’ Agenzia Nazionale per l’ amministrazione e la Destinazione dei beni confiscati. Erano presenti il direttore dell’ Agenzia, prefetto Umberto Postiglione, il prefetto di Trapani Giuseppe Priolo, i sindaci dei comuni di Alcamo, Castellammare del Golfo, Castelvetrano, Custonaci, Erice, Marsala e Partanna, un delegato della Regione siciliana e della Direzione Regionale dell’ Agenzia del Demanio, il presidente della Sezione Misure di Prevenzione del Taribunale di Trapani e rappresentanti delle forze dell’ ordine. Gli immobili provengono da alcune importanti confische a Grigoli, noto prestanome del super latitante Matteo Messina Denaro, Saracino, Cascio, Nicastri ed Errera