Mazara, altri 1300 kg di pescato sequestrato dalla Capitaneria di Porto

Oltre 1300 chilogrammi di prodotti ittici privi di tracciabilità sono stati sequestrati oggi dalla Capitaneria di Porto di Mazara del Vallo. Secondo quanto trasmesso dalla stessa Capitaneria di Porto, è stato individuato un grosso quantitativo di prodotto ittico fra cui polpi, mazzancolle, scampi e pesce spada detenute in un noto stabilimento della zona, per il quale non è stata fornita alcuna documentazione accettabile ai fini della rispettiva tracciabilità. Al titolare della ditta è stata comminata una multa di 1500 €, in un’operazione mirata ad evitare che proprio nel periodo delle festività natalizie finisse sulle tavole dei cittadini una grossa quantità di pescato di incerta provenienza. Il problema, forse, è che questo quantitativo rinvenuto sia soltanto la punta di un iceberg fin troppo profondo da eludere.