PARCO DEI NEBRODI: ancora intimidazioni contro Antoci

Opporsi alle speculazioni e agli interessi della mafia costa caro. Ne sa qualcosa Giuseppe Antoci il presidente del Parco dei Nebrodi sfuggito miracolosamente ad un attentato nel Maggi scorso quando ignoti esplosero contro l’ auto su cui viaggiava insieme alla sua scorta,fucilate che mandarono in frantumi i vetri del parabrezza. Antoci riuscì a salvarsi proprio grazie alla svelta risposta degli agenti che reagirono sparando e mettendo in fuga gli assalitori. Stavolta però l’ intimidazione riguarda la struttura di legno di contrada Ranone a San Fratello in provincia di Messina a cui è stato appiccato un incendio la scorsa notte. Il fuoco ha distrutto gli arredi, i computers e il materiale informativo del Parco. ” E’ l’ ennesimo tentativo di fermare l’ azione di legalità ma noi andiamo avanti”.

Sono queste le parole dello stesso Antoci che ha il supporto del senatore PD Giuseppe Lumia componente della Commissione Parlamentare Antimafia