Il Mazara cala il poker: 4-0 ad un Dattilo decisamente “noir”

591

Seconda vittoria casalinga della stagione per il Mazara che dopo la sestina dell’andata ne rifila altri 4 al malcapitato Dattilo Noir nella gara valida per la prima giornata del campionato Regionale d’Eccellenza, una delle tre disputatesi nel programma di domenica 8 gennaio vista la difficile situazione causata dal gelo abbattutosi negli ultimi 3 giorni sulla Sicilia.
Per la prima volta torna titolare capitan Raffaele Palazzo, schierato da Modica al centro della difesa in coppia con un altro inventato difensore: Rosario Licata; adattato davanti a Di Carlo visto che di difensori per il Mazara il mercato di dicembre è stato avaro. In attacco, per la prima volta dal primo minuto, il tridente Rosella-Lo Coco-Agate. Nel Dattilo, anche Formisano manda in campo uno sfrontato 4-3-3 composto in avanti dal terzetto: Civileri, in regia, De Luca e Saluto.
Il Mazara parte subito aggressivo ed al primo tiro fa centro: al 4’, Domenico Bettini decide che 170 minuti e oltre possono bastare per bagnare con il gol la sua avventura in gialloblu e, servito al limite dell’area, lascia partire un fendente che di fatto piega le mani al portiere Zummo, sulla traiettoria ma intervenuto in maniera non perfetta, che vale l’1-0. Passano 8’ e Saluto prova ad approfittare di una fase di appannamento difensivo che dopo il gol ha avvolto il Mazara e s’invola al limite dell’area trovando il miracoloso intervento di Di Carlo. 2’ dopo i canarini sfiorano il raddoppio con Agate che, servito in libertà sulla sinistra, calcia a botta sicura non trovando la giusta coordinazione e il pallone si spegne sull’esterno della rete. Al 21’ annullato un gol a De Luca per il Dattilo finito secondo il guardalinee in fuorigioco, dopo una perfetta combinazione con i propri compagni di reparto avviata dall’ennesima dormita difensiva gialloblù.
Al 25’ altra gioia gialloverde strozzata in gola ancora con De Luca protagonista, lanciato dalle retrovie e abile a superare Di Carlo con un pallonetto, ma sempre in offside a detta dell’assistente. Poco dopo, ancora vicino al gol il Dattilo, da una punizione calciata dalla destra da Pisciotta, stacca di testa De Luca anticipando tutti ma senza riuscire a trovare l’impatto giusto con la sfera. Il Mazara risponde al 33’ grazie ad una bella giocata del brillante Di Mercurio sulla destra che mette al centro per Lo Coco il quale prova a girare di testa un pallone che si spegne oltre la traversa, ma di lì a poco è la volta del ritorno al gol con la maglia canarina di Angelo Rosella che al 34’, servito al centro dell’area di rigore, controlla il pallone con uno stop formidabile e, scaraventa la sfera alle spalle di Zummo per il 2-0. Per il Dattilo piove sul bagnato al 38’ quando per fallo da ultimo uomo sullo scatenato Rosella, l’arbitro Mucera di Palermo espelle Grimaldi. Dal successivo calcio di punizione, Rosario Licata torna a fare quello che sa fare meglio, calciando sotto l’incrocio dei pali un sinistro a dir poco magico ed è 3-0.
A certificare la giornata decisamente “noir” del Dattilo, l’espulsione dell’attaccante Saluto, colto dall’arbitro a battibeccare animatamente con il pubblico. Saluto, che poco dopo viene seguito negli spogliatoi dal proprio allenatore Formisano e da un altro componente della panchina, rei di aver alimentato la diatriba, per una partita che rischia di incattivirsi e finire anzitempo.
Nel secondo tempo, paura in fase di avvio per il portiere mazarese Di Carlo che, non appena messo piede in campo per apprestarsi a guadagnare la posizione fra i pali, si accascia colto da crampi, ma grazie all’intervento del massaggiatore riesce a rialzarsi. Il Mazara però torna subito a dettare legge in campo e al 4’, prima impegna in un incredibile salvataggio Zummo sul colpo a botta sicura di Rosella e, una manciata di secondi dopo, arriva il poker grazie al battesimo del gol anche per Lo Coco, il quale, servito in ottima posizione da MsBah, lascia partire un gran sinistro che s’infila nell’angolino alla basso ala sinistra dell’estremo difensore gialloverde. Dalla panchina, nel Dattilo provano a mettere mano alle sostituzioni inserendo Rosselli e Messina al posto di Pisciotta e De Luca; nel Mazara invece fuori Rosella per Gomez. Al quarto d’ora è ancora Mazara in avanti, con l’imprendibile Di Mercurio che raccoglie un pallone destinato fuori e fa partire l’azione di MsBah che dopo una finta ubriacante ai danni di un avversario, serve Lo Coco che calcia di prima al volo ma spedisce il pallone alto.
Il pallino del gioco passa completamente nelle mani dei gialloblù che,  con gli avversari alle corde, inscenano una melina congela risultato. Al 25’ il pubblico applaude il ritorno in campo dopo più di un anno di assenza di Pier Nicola Impeduglia che alla mezz’ora va anche vicino al gol servito nel cuore dell’area di rigore da Lo Coco, trovando il pronto intervento sotto la traversa di Zummo. Una partita fattasi sonnolenta, viene svegliata da due tentativi dell’ottimo Bettini, i soli degli ultimi 20’: il primo deviato in angolo da un prodigioso intervento del portiere gialloverde, il secondo, calciato fuori al termine di una bella combinazione con Palazzo.
Un successo pieno che consente al Mazara di ripartire dopo la pausa con qualche convinzione in più nei propri mezzi, anche se specie nella prima mezz’ora di gara, sembra essere stato il Dattilo a buttare alle ortiche la partita. Adesso, i canarini sono attesi da una complicata trasferta, neve e ghiaccio permettendo, a Castelbuono.

MAZARA-DATTILO NOIR 4-0

MAZARA: Di Carlo, DI Mercurio, Criscito, Palazzo, Licata, Sciara, Agate (dal 25’st Impeduglia), Ms Bah (dal 17’st Gancitano), Rosella (dal 6’st Gomez), Lo Coco, Bettini. In panchina: Polessi, Gancitano, Grippi, Tinaglia, Sertass, Impeduglia. All. Modica

DATTILO NOIR: Zummo, Martinez (37’st Abbate), Grimaldi, Sugamele, Cinquemani, Paladino, Mento, Pisciotta (10’st Rosselli), De Luca (10’st Messina), Civilleri, Saluto. In panchina: Montalto, Manoguerra, Iraci, Iannazzo. All. Formisano

Arbitro: Mucera di Palermo
Assistenti: Parrinello e Farina di Palermo

Marcatori: 4’ Bettini, 34’ Rosella, 38’ Licata, 4’st Lo Coco

Note: Ammoniti Pisciotta e Sugamele (D). Espulsi al 38’ Grimaldi (D) per fallo da ultimo uomo, Saluto (D) per diverbio con guardalinee. Allontanati dalla panchina del Dattilo Noir l’allenatore Formisano ed un suo collaboratore.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.