CULTURA: morto Zygmunt Bauman il teorico della società liquida.

In un tempo in cui ci sono pochi punti di riferimento a cui aggrapparsi e i valori statici che hanno accompagnato moltissime generazioni sono in crisi, la sicurezza che il mondo vada sempre a migliorare traballa. Ed è così che l’ uomo avverte tutto il peso e si sente smarrito. il futuro incerto diventa dunque un concetto esteso sia alle vicende personali che a quelle della collettività.

” Una società può essere definita liquida se le situazioni in cui agiscono gli uomini si modificano prima che i loro modi di agire riescano a consolidarsi in abitudini e procedure. Il carattere liquido della vita e della società si rafforzano a vicenda. Finita l’ epoca delle grandi ideologie e delle fedi monolitiche, l’ uomo fa fatica a star dietro al consumismo eccessivo e alla crisi economica e sociale ed è costretto in una corsa in cui deve adeguarsi continuamente.

Nato a Poznan nel 1925 fuggì dall’ URSS dopo l’ invasione nazista della sua Polonia e combattè con i sovietici abbracciando le ideologie marxiste fino però a diventare anticomunista. Perse la cattedra universitaria a Varsavia e fu costretto ad abbandonare il proprio Paese. Per Bauman noi umani siamo come passeggeri impauriti su un aereo con la cabina di comando vuota e il pilota automatico che non dà informazione su dove stiamo andando. Dovremmo disinserirlo e riappropriarci delle nostre responsabilità

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.