Spaccio di droga, 23enne mazarese condannato a 4 mesi di carcere

Arrestato dai carabinieri il 4 gennaio per detenzione di spaccio di stupefacenti, è stato condannato a 4 mesi di carcere dal giudice monocratico. È questa la sentenza (pena sospesa) per Alessandro Billardello, mazarese di 23 anni, trovato in possesso il primo mercoledì dell’anno di 70 grammi di marijuana, in parte già divisa in dosi. Lo stesso giudice, la settimana scorsa, aveva convalidato l’arresto e poi rimesso in libertà il presunto spacciatore, ma con obbligo di dimora a Mazara e divieto di uscire da casa nelle ore notturne.
Nel frattempo, il giovane aveva lasciato l’Italia, forse per farsi una nuova vita e ricominciare da cameriere. Secondo quanto emesso dalle autorità, oltre alla droga, a casa di Billardello sono stati trovati: materiale per il confezionamento delle dosi, un bilancino di precisione e 285 euro. Lo stupefacente sequestrato immesso per una somma di circa 1000 € proveniente dal mercato illegale degli stupefacenti.