MARSALA. Rapine al gioielliere D’Angelo e del mobiliere Mistretta: arrestati i responsabili

Andrea Nizza di 29 anni e Giovanni Parrinello di 34, sono i due rapinatori marsalesi che nel periodo compreso fra il Novembre e il Dicembre del 2015 hanno messo a segno violente rapine ai danni di commercianti locali.

Nello specifico sono gli autori delle rapina nella piccola gioielleria di Piazza Loggia avvenuta il 19 Novembre del 2015 il cui proprietario, Saverio D’Angelo, venne malmenato e costretto a consegnare preziosi e denaro contante. Nella colluttazione, D’ Angelo ne ricavò una lussazione alla mandibola e poi venne chiuso in bagno con la commessa. I due rapinatori sono responsabili  anche di un’ altra violenta rapina che nel Dicembre dello stesso anno misero a segno ai danni del mobiliere Mistretta il quale venne scaraventato a terra e preso a calci e pugni cosa che gli causò un trauma  cranico e ferite lacero contuse al naso e alla mano sinistra. Il mobiliere fu costretto ad aprire la cassaforte nella quale vi era una grossa somma di denaro.

Le indagini sono state condotte dai ” falchi” del commissariato di Marsala che si sono avvalsi dell’ ausilio della polizia scientifica. Le telecamere piazzate nel centro cittadino hanno consentito di risalire ai due malviventi sui  quali i gravano numerosi precedenti penali fra cui un tentato furto in un compro oro. Andrea Nizza nel 2011 tentò di ammazzare un uomo scaricandogli addosso sei colpi di pistola e deve scontare dieci anni di reclusione. Giovanni Parrinello si trova già recluso nella casa circondariale di Trapani dove gli è stata notificata l’ ulteriore pesante accusa.