Serie B. Era ora. Finalmente grande calcio: Trapani-Novara 2-1

Finalmente. E’ la prima parola possibile dopo mesi di delusioni colossali. Finalmente una bella partita di calcio, potrei anche dire, di calcio ad ottimi livelli. Sabato pomeriggio, al Provinciale Ericino, il Trapani di Calori ha affrontato un Novara tosto e determinato a fare risultato in terra siciliana, tanto tosto che l’ex Boscaglia lo schiera in campo con un 3-5-2 affiancando Sansone a Galabinov e tenendo la mediana a cinque per tutta la partita. La linea difensiva con al centro un fischiatissimo Scognamiglio, a cui i tifosi granata non hanno perdonato la sceneggiata “vado via da Trapani per la Premier League ed invece mi accaso dove mi pagano di più” ha sofferto per le incursioni tambureggianti di un superCitro su cui Troest ha dovuto faticare da vero gladiatore laterale di fascia. Dal lato granata, Calori schiera una difesa a quattro con Fazio, Kresic, Pagliarulo e Visconti, una linea mediana con Barillà, Rossi, Maracchi e Nizzetto, Citro in avanti ed un paio di passi indietro Coronado a supporto. Sono saltati agli occhi i nuovi innesti con Visconti nel ruolo di tornante e Kresic di supporto a Pagliarulo al centro della difesa, ma ciò che più ha colpito è stato il ruolo di Rossi, l’ex juventino si sbarazza in modo entusiasmante dei fantasmi di Scozzarella e consegna palle su palle agli avanti ed a i laterali granata. Superba partita per il nuovo “Pirlo” del provinciale. Anche Visconti, che poco abbiamo visto nel girone di andata, fa sentire la sua presenza sulla fascia sia in fase contenitiva su Sansone o su qualche scorribanda di Troest, sia in fase di spinta appoggiando Barillà e Nizzetto nelle trame di centrocampo. Calori è riuscito a dare un’amalgama nelle azioni in movimento con palla a terra che non si vedevano dai tempi della “quasi serie A” dello scorso campionato, quando chi veniva al provinciale lo faceva quasi consapevole di dover lasciare l’intera posta in palio. E’ un buon auspicio per le gare a venire ed è una brutta notizia per chi dovrà dalla prossima partita affrontare questa nuova signora squadra. Lo slogan della scorsa settimana  che twittava #noicicrediamo, oggi, ha un altro sapore nella consapevolezza che ciò che si è fatto dal punto di vista del mercato ha scosso un ambiente che ne aveva bisogno, ha prodotto una speranza che consegni ai trapanesi la volontà della società di continuare questa favolosa avventura nel calcio che conta. Un ringraziamento personale devo farlo all’amico Francesco Pavia sponsor del Trapani Calcio con la sua Agenzia Immobiliare che mi ha consentito, anche questa volta, di vedere la partita da una buona posizione in tribuna; non vuole essere polemica la mia dissertazione ma anche se il nostro giornale vi allieta le letture da poco tempo credo che un posticino nei posti riservati alla stampa, e ne vedo diversi vuoti ogni settimana, lo meritiamo non fosse altro per il pedigree giornalistico che Sicilia Oggi Notizie può vantare nel tempo e per lo standard di contenitore settimanale unico nel genere nonché per le migliaia di copie distribuite per tutta la provincia di Trapani. Chi vivrà vedrà. Alla prossima.

Oreste Pino Ottoveggio