TRAPANI: annunciato lo sciopero degli operatori ecologici

Al fine di evitare i licenziamenti alla ” Trapani servizi” la società partecipata al 100% dal Comune e che gestisce la raccolta dei rifiuti in città, ci sarà un incontro in Prefettura con i rappresentanti sindacali, i vertici della società e i rappresentanti dell’amministrazione comunale. La Società  Trapani servizi e il Comune devono presentare una proposta nella quale sia possibile evitare il licenziamento dei 10 lavoratori considerati in esubero e che rientra nel provvedimento della drastica riduzione di spesa da parte della Giunta. Lo sciopero sarebbe previsto per Mercoledì 1 Febbraio. Nel frattempo la società che gestisce il ciclo dei rifiuti ha annunciato l’ampliamento della raccolta “porta a porta” che dovrebbe avvenire 3 volte alla settimana in una fascia oraria compresa fra le 13 e le 19 nelle zone Est ed Ovest dell’IRSAP, l’ex ASI, la zona industriale. Per questo servizio il Comune di Trapani ha previsto una spesa di circa 7 mila euro.