Poker d’assi Mazara sul tavolo della vice capolista Alcamo

Foto Gianfranco Campisi

Uno dei migliori Mazara della stagione impartisce una lezione di calcio al “Lelio Catella” di Alcamo dove vince per 0-4. Una partita che già alla fine del primo tempo non aveva più storia, con i canarini che al 43’ avevano completato la quaterna e sfiorato altri gol in altrettante occasioni. Alba Alcamo che sbatte contro l’espulsione nei confronti del suo portiere Ilario (ex di turno) che al 10’ lascia la squadra in 10. In un campo non in perfette condizioni, Modica dà vita al consueto 4-3-3 con il ritorno di Licata al centro della difesa e con Palazzo che torna a fare il suo ruolo originale di mediano, mentre in attacco, il posto di Agate infortunato viene preso da Gomez a comporre il tridente con Lo Coco e Rosella. Modulo simile quello di mister Chico, che però non può contare sugli infortunati Pirrone, ex, e Miceli.
La gara si sblocca dopo una manciata di secondi con Ilario che atterra per la prima volta Lo Coco in piena area e viene ammonito e con l’arbitro che comanda il calcio di rigore. Sul dischetto va Palazzo che dopo la prodezzza contro il Licata concede il bis. Dopo 10’, Ilario atterra per la seconda volta Lo Coco ma questa volta ampiamente fuori dall’area, nonostante tutto però, il centrvanti gialloblù trova il gol riuscendo a calciare prima della carica del suo avversario, il direttore di gara però, decide di alzare il secondo giallo con Ilario che guadagna gli spogliatoi e Chico che è costretto a sostituire l’attaccante Jimoh, altro ex, con il secondo portiere Conticelli.
L’Alcamo non riesce a venire a capo del match e il Mazara continua a macinare gioco, alza il pressing e alla mezz’ora piazza un uno-due che di fatto stende i bianconeri: prima con Rosella, che su perfetto cross di Grippi dalla destra, colpisce il pallone con una volée di controbalzo spedendolo sul secondo palo dove Conticelli non può arrivare; poi con Lo Coco, scatenato, che riceve palla in piena area da una bellissima giocata di Gomez, controlla e la scaravnta in rete per lo 0-3.
I gialloblù chiudono col botto un finale in crescendo siglando con Bettini il gol del 4-0, grazie ad un tiro dalla lunga distanza che spiove sotto l’incrocio dei pali alle spalle dell’estremo difensore bianconero. Alcamo alle corde e che rischia di subire la cinquina prima della pausa, con l’ispiratissimo Gomez che a tu per tu con Conticelli vede l’estremo difensore di casa bravo ad ipnotizzarlo.
Nella ripresa mister Chico prova a mescolare le carte e l’Alcamo tenta la via della rete con Genesio su calcio di punizione e con Picone da posizione ravvincinata, ma in entrambi le occasioni è bravissimo Di Carlo. Ma il finale di gara è tutto di maca canarina con il Mazara che prima controlla agilmente la partita approfittando anche della superiorità numerica, poi va vicino alla ciliegina sulla torta sempre con Gomez, il quale coglie una grandissima traversa con una spettacolare rovesciata.
Mazara show che coglie dunque la sua 4^ vittoria in trasferta che vale il tredicesimo posto in classifica e Modica che fa il pieno di entusiasmo in vista di altre due trasferte non delle più semplici: domenica prossima al “Lombardo Angotta” di Marsala e mercoledì 8 febbraio nel recupero del “Failla” contro il Castelbuono, dopo il doppio rinvio. Ma se il Mazara dovrà essere quello visto al “Lelio Catella”, di certo non mancheranno le emozioni e i punti salvezza.