Paceco: arrivano i commissari di Bankitalia nella “banca della mafia”

465

La banca di Credito Cooperativo sen. Pietro Grammatico di Paceco è stata sequestrata lo scorso 28 Novembre a seguito delle indagini effettuate dalla Guardia di Finanza che con l’ausilio del programma “molecole” che consente controlli incrociati, aveva scoperto irregolarità pesanti e a vantaggio della criminalità organizzata. I precedenti amministratori dunque non possono partecipare al procedimento in cui si deciderà se confiscare le azioni e il patrimonio della banca. Per questo sono stati inviati da Bankitalia due commissari straordinari e un comitato di sorveglianza che decideranno sul da farsi. La banca d iPaceco secondo gli investigatori era al servizio della mafia e della massoneria e in modo particolare del boss Coppola detto ” u profissuri”. Molti esponenti della criminalità locale potevano attingere le somme necessarie alle loro attività attingendo dall’istituto di credito senza difficoltà

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.