Frode fiscale. Guardia di Finanza sequestra beni per 450mila euro a una società di Partinico

Le Fiamme Gialle del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Palermo hanno eseguito un provvedimento di sequestro di beni per un valore di circa 450.000 euro, emesso dalla Procura della Repubblica di Palermo, ad una società della grande distribuzione, di Partinico.

che ha ritenuto sussistenti i gravi indizi di colpevolezza per i reati di emissione ed utilizzo di fatture per operazioni inesistenti.

La verifica fiscale effettuata dalla Guardia di Finanza ha fatto emergere l’utilizzo di fatture false al fine di ottenere consistenti vantaggi fiscali, abbattendo il guadagno da dichiarare al Fisco e, quindi, corrispondendo meno imposte di quelle dovute.

Il danno erariale per lo Stato è stato stimato, in circa 450.000 euro. Gli amministratori della società sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Palermo per dichiarazione fraudolenta, insieme ai soggetti che emettevano fatture false.