Marsala, rinvio a giudizio per la preside Coppola. “è un attacco alla mia persona”

L’ 11 Novembre del 2015 un blitz dell’Asp, della Guardia di Finanza e dei Vigili del Fuoco al liceo classico Giovanni XXIII di Marsala riscontra anomalie nella sicurezza e sporcizia nell’istituto scolastico Liceo classico Giovanni XXIII e la dirigente Antonella Coppola viene sanzionata e denunciata per avere “omesso idonee misure per la prevenzione degli incendi e a tutela dell’incolumità dei lavoratori”. Questo ha fatto sì che la presiede fosse rinviata a giudizio e fissata la data della prima udienza per il prossimo 26 Aprile. Alla preside è stato contestato il malfunzionamento di alcune lampade dell’impianto di illuminazione di sicurezza, la chiusura di uno portone che dà sulla strada e che avrebbe dovuto garantire l’uscita di sicurezza, omesse manutenzioni, omesse puliture esterne, due scale non conformi, mancata formazione dei lavoratori in materia di sicurezza e salute.

” Cose di poco conto. Vado a processo per il guano dei piccioni sulle scale antincendio e qualche lampadina fulminata. Il liceo classico gode di tutte le certificazioni rilasciate dagli enti preposti , uno dei pochi in Italia e abbiamo pure le caldaie certificate. E’ un attacco alla mia persona”. La Coppola avrebbe potuto pagare un’ammenda di 16000 euro ed evitare così il processo ma ha preferito fare in modo che il denunciatore anonimo che ha presentato l’esposto contro di lei venisse allo scoperto, cosa che ovviamente avverrà in sede processuale.

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.