Donazione di organi, dibattito nell’Aula Magna della Corte d’Appello di Palermo

Stamattina a Palermo, nell’Aula Magna della Corte d’Appello, esperti e giuristi hanno dibattuto sul tema della donazione degli organi, nello specifico sugli aspetti giuridici, etici, psicologici, comunicativi. Il convegno è stato organizzato dal Centro Regionale Trapianti della Sicilia con il patrocinio dall’Ordine regionale degli psicologi e accreditato dagli Ordini dei giornalisti e degli avvocati. La giornata formativa è stata moderata dalla dottoressa Bruna Piazza, direttore del CRT Sicilia la quale ha dichiarato che ” in questo momento, le donazioni in Sicilia stanno avendo una ripresa rispetto a quello che è stato il trend negli ultimi due anni, trend in positivo che è cominciato già nel 2016 e che è mantenuto ed accentuato nei primi due mesi del 2017”. All’incontro erano presenti il presidente della Corte d’Appello, Matteo Frasca, il Procuratore della Repubblica di Palermo, Francesco Lo Voi, il Presidente dell’Ordine degli Avvocati, Francesco Greco, il Presidente dell’Ordine dei Giornalisti, Riccardo Arena, il Presidente dell’Ordine degli psicologi, Fulvio Giardina, il Direttore Generale dell’ARNAS Civico, Giovanni Migliore e il Direttore Sanitario dell’ARNAS Civico, Lia Murè. L’ incontro è stato aperto dal direttore del Centro Nazionale Trapianti, Alessandro Nanni Costa, il quale ha spiegato la complessità e le funzioni della Rete Trapiantologica che deve funzionare in base a delle regole. “Credo che la buona pratica – ha detto Nanni Costa – dipenda dall’impegno e dalla preparazione dei rianimatori, dall’uso della forza degli psicologi di cui il Centro Regionale Trapianti con una certa visione si è dato, e quindi da una migliore relazione fra le famiglie dei donatori e l’insieme delle persone che lavorano attorno al CRT”. Sono intervenuti Andrea Giannelli Castiglione, Second Opinion CNT, la professoressa Pina Palmeri, ordinario di diritto privato dell’Università di Palermo, il professore Giuseppe Giaimo, associato di diritto comparato, l’esperta di bioetica Silvia Bosio, il sostituto procuratore Ennio Petrigni, il giudice della I sezione civile Riccardo Trombetta, il professore Paolo Procaccianti, ordinario di Medicina legale presso l’Ateneo palermitano, il vice presidente dell’Ordine degli psicologi Sonia Tinti Barraja, Tiziana Lenzo, giornalista Comunicazione CRT e Stefania Torrasi, psicologa del CRT e presidente del centro Paul Lemoine.