Palermo, AST nella bufera, a rischio posti di lavoro

La Commissione europea ha chiesto alla Sicilia spiegazioni sull’Ast, la Spa che si occupa del trasporto nell’Isola. I finanziamenti che ogni anno vengono erogati alla aziensa partecipata potrebbero essere considerati illegittimi e in questo caso sarebbe necessario recuperare le somme per questi finanziamenti e utilizzarli per il bilancio dell’azienda. Per il 2016 è  è stato previsto un contributo all’Ast di 24,9 milioni di euro e nella nuova legge di stabilità, la somma individuata è poco più di 23 milioni di euro.  La Sicilia rischia di dove restituire questi soldi all’ Europa perchè ha utilizzato questi soldi per trasformare l’ AST da ente pubblico in società per azioni. Si tratterebbe di una cifra enorme, in dieci anni si sono accumulate infatti circa 200 milioni di euro. Se così fosse, il fallimento sarebbe inevitabile. L’azienda dà lavoro a circa 900 persone. Entro la fine del mese, il governo regionale dovrebbe portare a termine una “revisione straordinaria” delle società partecipate. Dovrà decidere quali mantenere e quali invece sono destinate alla vendita o alla liquidazione, ma entro un anno e mezzo, probabilmente tutte le tratte saranno “messe a bando” e per l’ AST si aprirebbero scenari imprevedibili

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.