domenica, Aprile 21, 2024
HomeCronacaTrapani, paziente muore in ospedale, l'ASP giustifica i medici "avvisati"

Trapani, paziente muore in ospedale, l’ASP giustifica i medici “avvisati”

La triste vicenda è accaduta lo scorso 11 Marzo all’ospedale Sant’Antonio Abate di Trapani. L’ottantunenne V.M.M. giunto in ospedale in preda ad una crisi respiratoria e poi dimesso dai sanitari non aveva fatto in tempo a varcare l’uscita che si era accasciato a terra ed era morto. I familiari per questo hanno denunciato dodici medici e per essi è scattato l’avviso di garanzia con l’ipotesi di reato “omicidio colposo”. L’ASP di Trapani ha inviato una nota nella quale comunica quanto segue: “Secondo la relazione del direttore dell’area di emergenza urgenza del presidio ospedaliero S. Antonio Abate, Massimo Di Martino,  pervenuta a questa direzione strategica, l’11 marzo scorso, alle ore 13.52 circa, l’81enne V.M.M.  è stato accolto al triage dell’pronto soccorso del S. Antonio Abate.  Assegnato codice giallo per “dispnea”, è entrato quasi subito in sala visita, ed effettuata la visita, l’elettrocardiogramma, l’emogasanalisi e l’incannulazione di una vena, alle ore 14,28 è stata compilata l’anamnesi e richiesti gli esami ematochimici, la radiografia del torace e la visita cardiologica. Tutti gli esami e le consulenze sono risultati negativi.

Pertanto il paziente è stato dimesso alle ore 17,03. Alle ore 17.27 il paziente ritornava in pronto soccorso, sempre per dispnea con codice giallo, e subito rivisitato, con l’elettrocardiogramma, eseguito alle 17.44, sovrapponibile al precedente. Durante la visita in pronto soccorso il paziente andava incontro ad arresto cardio circolatorio. Venivano prontamente applicati i protocolli previsti, presente l’anestesista rianimatore, con massaggio cardiaco esterno, supporto respiratorio anche con intubazione oro-tracheale, monitoraggio dell’ECG con defibrillatore, somministrazione di adrenalina, ma alle ore 18.34 si constatava il decesso.

La morte sembra legata a problemi elettrici cardiaci, complicanze in paziente broncopatico cronico riacutizzato e diabetico. Sarà l’autopsia, prevista domani, a fornire ulteriori dettagli.

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Advertisment -

ULTIME NEWS