Marsala, otto ragazzi stranieri ospiti delle famiglie per lo scambio di Intercultura

Nella “settimana di scambio”  organizzata dal 25 marzo al 2 aprile da Intercultura l’associazione onlus che si occupa di scambi culturali, in collaborazione  con il Liceo Linguistico “Pascasino”, 8 ragazzi stranieri saranno ospiti di altrettante famiglie marsalesi per fargli vivere  pienamente  Marsala e la Sicilia d’occidente. I giovani provengono da Indonesia, Tailandia, Polonia, Finlandia, Lettonia,Turchia, Francia e Romania e sono i protagonisti della tradizionale Host Week, ovvero il progetto di otto giorni che anche quest’anno, come un vero e proprio scambio nello scambio, vedrà questi otto giovani, che già si trovano nel nostro Paese per un’esperienza di studio , in visita presso un’altra realtà, nello specifico quella siciliana dove incontreranno altri studenti (la siberiana Ania, l’ungherese Bodo e l’honduregno Jorge) che invece vivono a Marsala tutta la durata della loro “sfida” annuale.

Ospitati da altrettante famiglie degli studenti del Liceo Linguistico “Pascasino” che hanno accettato di far entrare un frammento di mondo in casa propria, Jelizaveta, Aliisa, Pusadee, Jan, Palita, Isil, Celestine e Ioana, sono già immedesimati in una settimana speciale che li coinvolgerà intensamente in un contatto ravvicinato con il nostro modo di vivere e la nostra cultura, in un itinerario tra passato e presente intitolato “Sulle coste del Mediterraneo”.

Nel calendario sono compresi appuntamenti istruttivi e cordiali: dalle visite guidate al Parco Archeologico di Selinunte e al borgo medievale di Erice, al centro storico di Marsala ed alle sue celebri cantine vinicole, alla presentazione ufficiale in Municipio (nel pomeriggio di martedì 28 marzo) con le autorità cittadine e, in particolare, con l’assessore alla Pubblica Istruzione, Anna Maria Angileri, dirigente scolastico dello stesso Liceo Linguistico “Pascasino”.

Nel programma preparato dal nostro Centro Locale – ci dicono, in particolare, le professoresse Linda Pulizzi e Maria Rosaria Buccellato, volontarie di Intercultura – abbiamo previsto anche una divertente serata gastronomica, nel corso della quale le famiglie ospitanti si cimenteranno, a beneficio dei ragazzi forestieri,  in una inedita gara a base di dolci e piatti tipici locali”.

Oltre alla memoria dell’accoglienza “mediterranea” e dei nostri sapori, che certamente porteranno nel cuore, la loro valigia di ricordi sarà arricchita anche dalla colorita e colorata pubblicazione bilingue “Qui dove finisce la terra e comincia il mare” che a ciascuno di loro è stata donata dall’ex Provincia di Trapani, attraverso il suo Dirigente alla Cultura, avv. Diego Maggio, che ne ha curato la riedizione.