Trapani, il Movimento 5 Stelle contro l’abbattimento delle eritrine

“Gli Alberi di Viale Duca D’Aosta sono identità di Trapani e dei Trapanesi”. Così il Movimento 5 Stelle dopo avere appreso della decisione del Comune di avviare l’abbattimento di  39 eritrine, alberi storici, di origine eritrea che sono cresciute rigogliosamente nella nostra città. “Dopo più di 100 anni i cittadini Trapanesi rischiano di perdere un bene così prezioso senza essere stati nemmeno informati delle reali motivazioni di pericolo, delle verifiche fatte e della possibilità di soluzioni alternative all’abbattimento.
Il Viale Duca D’Aosta – aggiungono i grillini- possiamo considerarlo, oggi, un giardino storico a tutti gli effetti. Perchè la nostra città si ostina a disconoscere il restauro dei giardini e dei parchi storici? Perchè la Soprintendenza trascura o, peggio, non ha ancora adottato la carta del restauro dei giardini storici firmata, a  Firenze, nel lontano 1980?
Se è vero che gli alberi oggetto di scellerato abbattimento, sono soggetti a alterazioni organiche vegetali, come mai non sono state avanzate diagnosi e terapie in tempo?”
Il Movimento 5 Stelle ha invitato pertanto “ il Sindaco e la Giunta a fermare questo scempio e dare alla città di Trapani la possibilità di conservare le sue Eritrine attraverso un confronto pubblico dove valutare come salvare gli alberi non compromessi da anni di manutenzione approssimative e distruttive”.
Anche il portavoce al Senato Vincenzo Maurizio Santangelo ieri si è immediatamente attivato, chiedendo direttamente al Soprintendente di Trapani se fosse informato delle attività di taglio e abbattimento delle Eretrine.
Il senatore già in mattinata ha inviato una richiesta di accesso agli atti indirizzata al Comune per chiedere le relazioni e i dati di verifica scaturiti dalle prove VTA sulle essenze.  Ha chiesto inoltre  se fosse stato mai istituito l’elenco degli alberi monumentali della città. Al Soprintendente ha, inoltre, chiesto se fosse stato rilasciato, per competenza, un parere o nulla osta per i detti lavori sugli alberi.
“Vogliamo vederci chiaro – conclude Santangelo –  come vogliono  vederci chiaro i cittadini. Chiediamo,  pertanto, l’immediata sospensione dei lavori affidata alla ditta MD S.r.l. e una perizia da parte di un esperto agronomo per fare chiarezza sull’ effettivo stato di salute delle Eritrine Caffra.
Prima di abbattere necessita  rifare una  puntuale e scientifica verifica sullo stato di conservazione dell’esiguo patrimonio arboreo oggi paesaggio unico del Novecento della città storica di Trapani”.

Ieri il sindaco Damiano aveva inviato una nota alla stampa annunciando l’abbattimento degli alberi poiché  “da analisi specialistiche è stata individuata una  compromissione pressoché totale della sezione portante al livello del fusto, del castello o addirittura della ceppaia”. Nello specifico, è stato programmato l’abbattimento di 30 Eritrine ubicate  nella via Duca d’Aosta, 6 a piazza Vittorio Veneto e 3 in via Salvatore Calvino.