Finanziaria regionale: in arrivo sostegno economico per la mobilità marittima

709

Un  importante provvedimento votato ieri sera dall’ARS riguarda il trasporto marittimo di passeggeri tra la terraferma e le isole minori. Lo ha fatto sapere il deputato regionale Girolamo Fazio annunciando che «altri tre milioni di euro saranno destinati al comparto per mantenere immutato il numero delle corse e dei collegamenti con le isole minori».

Fazio, in una nota, parla di numeri sottolineando come, secondo i dati dello scorso anno, le isole Egadi, le Eolie, le Pelagie, Ustica e Pantelleria, hanno fatto registrare arrivi e presenze turistiche in aumento con percentuali a doppia cifra. Alle Egadi, addirittura, gli incrementi di arrivi e presenze hanno sfiorato il 20%. Nei mesi e nelle giornate di maggiore afflusso si sono registrate anche lunghe attese agli imbarchi e, talvolta, i passeggeri hanno dovuto viaggiare sulle corse successive.

A detta di Fazio, dunque, il mantenimento del numero delle corse rispetto alla scorsa stagione estiva rappresenta un intervento indispensabile. «Questo finanziamento – afferma Fazio – dovrebbe consentire alla Regione Siciliana di programmare e mettere a bando, è auspicabile per tempo in vista della stagione estiva, le corse ed i collegamenti aggiuntivi alle rotte già assegnate con i bandi di gara principali. Si tratta di un intervento a sostegno della mobilità con le isole minori di cui gioveranno sia i residenti che i turisti e che era stato richiesto sia dagli operatori turistici delle isole che dai sindaci che temevano la riduzione delle corse».

1 commento

  1. Però Fazio non dice che mantenere tutte le corse per Pantelleria accentrate a Trapani rappresenti un vero spreco che nuoce, oltretutto, all’efficienza del servizio, che ne guadagnerebbe moltissimo ove almeno una linea fosse attestata su Mazara, posta quasi a metà strada sulla rotta per l’isola.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.