Tragedia a Mazara 2, muore uomo schiacciato da bombole

Petrov Plamen Zdravev di nazionalità bulgara è la vittima del grave incidente sul lavoro di ieri mattina al rifornimento di bombole nel quartiere ” Mazara 2″ di Mazara del Vallo. L’uomo lavorava presso una ditta di Ancona che stava lavorando per la realizzazione di un impianto a metano per le auto. Secondo le prime ricostruzioni, gli operai della ditta, verso le 11,30 del mattino, stavano sistemando il blocco di bombole posizionato su alcune ruote ma invece di metterle in sicurezza, le avrebbero sganciate facendole così cadere. Le bombole sono finite addosso al trentottenne bulgaro e hanno ferito anche un altro operaio che si trovava vicino. Zdraev non è morto sul colpo ed è stato trasportato con il 118 all’ ospedale”Paolo Borsellino” di Marsala dove le sue condizioni si sono aggravate. Sulla vicenda indaga la Polizia di Stato del commissariato di Mazara del Vallo intervenuta sul posto. Oltre alla polizia sono intervenuti anche gli ispettori del lavoro dell’Asp di Trapani. Da ieri la salma si trova all’obitorio dell’ospedale di Marsala a disposizione del magistrato di turno che ha aperto un inchiesta per capire cosa sia successo realmente. Nelle prossime ore saranno sentiti i testimoni presenti che hanno assistito alla tragedia. Pochi mesi prima, sempre a Mazara un altro gravissimo incidente sul lavoro aveva fatto due vittime, Giuseppe Romeo e Vincenzo Miraglia entrambi palermitani , impegnati nella sistemazione di un traliccio Telecom.