25 Aprile a Marsala, corteo e parco intestato alle partigiane grazie all’ ANPI

Domani, 25 Aprile, si celebrerà il settantaduesimo anniversario della Liberazione dal nazifascismo e per l’ occasione, oltre al corteo che sfilerà per le vie del centro, verrà intestato il Parco giochi sul lungomare Boeo alle partigiane marsalesi Francesca Alongi , Bice Cerè e Grazia Meningi. L’intestazione si deve all’impegno della sezione ANPI di Marsala, il cui presidente Giuseppe Nilo si è fortemente battuto perchè l’ intestazione avvenisse in un luogo più adatto rispetto a quello scelto precedentemente dall’Amministrazione comunale ovvero all’interno di Villa Cavallotti. In questa villa comunale infatti si trovano anche due busti bronzei che raffigurano due volontari fascisti partiti per la guerra d’ Abissinia. L’intestazione dunque è sembrata una forzatura se non addirittura un’ingiustizia nei confronti di chi ha lottato ed è morto per combattere contro quegli ideali autoritari ed antidemocratici. La cerimonia avrà inizio alle ore 9,00 con il raduno delle autorità e dei partecipanti in piazza Della Repubblica. Da qui il corteo muoverà per via Garibaldi, piazza Mameli, via Scipione l’Africano fino a giungere sul Lungomare Boeo dove sarà scoperto il toponimo che indica il “Parco Partigiane Marsalesi” che verrà successivamente benedetto dall’arciprete, padre Giuseppe Ponte. Terminata questa prima parte della cerimonia il corteo percorrerà via Pomilia, via Sibillla, via Armando Diaz, via Bottino, piazza Carmine, via Garaffa per arrivare in Largo San Gerolamo dove è ubicato il Monumento ai Partigiani. Qui vi saranno la deposizione della Corona d’alloro, il discorso del Presidente dell’Anpi, Pino Nilo e l’intervento del primo cittadino, Alberto Di Girolamo.