Castelvetrano, pronto l’Urban Center della collegiata dei santi Pietro e Paolo

L’Urban Center di Castelvetrano, già completato da qualche settimana, sarà reso fruibile dalla prossima amministrazione. È quanto si evince da una nota stampa inviata dall’amministrazione comunale del centro belicino, nella quale, il sindaco Errante afferma di non volere inaugurare il nuovo spazio «per evitare qualunque tipo di strumentalizzazione, stante la delicata situazione che stiamo vivendo, ma auspichiamo che la prossima civica amministrazione saprà valorizzare il sito».

Il progetto, curato dagli architetti Giovanni, Domenico e Luisa Nuzzo, sarà uno spazio con una nuova modalità di racconto e nuovi sistemi multimediali grazie ai quali il visitatore avrà la possibilità di partecipare attraverso una gestione creativa, multimediale, interattiva e dinamica, e di essere continuamente informato e aggiornato sui temi delle politiche urbane, delle trasformazioni in atto della città, delle scelte della pubblica amministrazione. Allo stesso tempo sarà immerso in un racconto della città che si muove tra passato, presente, futuro.

Nel progetto si è tenuto conto anche della tipologia di utenza del sito, prevedendo la realizzazione di un allestimento che possa adattarsi sia alle fasce più giovani (famiglie con bambini e scolaresche) mediante una fruizione di carattere ludico-ricreativo attraverso l’utilizzo di linguaggi innovativi capaci di trasmettere i contenuti didattici e culturali in un’ottica di edutainment, sia alle altre tipologie d’utenza, attraverso allestimenti di carattere illustrativo-didascalico.

Tutti i contenuti sonori di tipo informativo-didascalico saranno realizzati nelle lingue italiano e in inglese.