Da due mesi senza stipendio, protesta dei lavoratori della Metronotte

Monta lo stato di agitazione dei lavoratori della Metronotte d’Italia che da due mesi e mezzo non percepiscono lo stipendio. I lavoratori, sostenuti dalla Filcams Cgil e dalla Uiltucs Uil, in servizio negli aeroporti delle isole di Pantelleria e Lampedusa, attendono in particolare il saldo del mese di febbraio e il pagamento degli stipendi di marzo, aprile e della tredicesima mensilità del 2016.

“Alla base dei ritardi – dicono i segretari della Filcams Cgil Anselmo Gandolfo e dalla Uiltucs Uil Mario D’Angelo – sembrerebbe esserci la mancata erogazione alla Metronotte delle fatture pagate dall’Enac, da parte della Sicurgem Srl, capofila del consorzio che si è aggiudicato la gara di appalto per la sicurezza all’interno degli aeroporti di Pantelleria e Lampedusa. Una situazione che, secondo quanto ci è stato riferito, avrebbe fatto andare in sofferenza la Metronotte che non riesce più a far fronte al pagamento degli stipendi”.

Intanto la Prefettura, dopo un sit in di protesta dei lavoratori si è impegnata a convocare, nei prossimi giorni, l’Enac, la Sicurgem Srl e la Metronotte d’Italia.