Trapani. Indagine su ex Vescovo Micciché: citato dal gip un giornalista

Ieri, presso il Tribunale del capoluogo, si è svolta la prima udienza dinanzi al Giudice per le indagini preliminari Cersosimo, dopo la richiesta di rinvio a giudizio formulata dalla Procura nei confronti dell’ex vescovo di Trapani Francesco Miccichè, indagato per diffamazione ai danni di don Ninni Treppiedi, ex direttore amministrativo della Curia. La vicenda scaturì a seguito di alcuni pubblicati sul periodico locale Social, in cui monsignor Miccichè accusò Treppiedi di appropriazioni indebite e falsi. Fatti oggetto di un’altra indagine, nei confronti di don Treppiedi, che si è già molto ridimensionata con alcune archiviazioni.  Autore degli articoli fu il giornalista Maurizio Macaluso. Treppiedi querelò il direttore del settimanale, Vito Manca, ed il giornalista Macaluso, ma la Procura nei confronti dei due giornalisti scelse la via del pieno proscioglimento riconoscendo una condotta corretta. Nell’udienza di ieri la Procura ha insistito per il rinvio a giudizio dell’ex vescovo, il gip però ha rinviato al 6 giugno citando a comparire all’ udienza il giornalista Macaluso, per essere sentito sui fatti oggetto del procedimento.

L’ex vescovo Micciché è attualmente sotto inchiesta per una serie di appropriazioni indebite a cominciare dai fondi dell’8 per mille, destinate alle opere di carità, che sarebbero stati direttamente intascati dal prelato.