Trapani. Risse e panico in centro storico: arrestati gli autori

Con l’accusa di lesioni personali gravissime e di porto in luogo pubblico di arma da taglio,  la Squadra Mobile ha arrestato Fabio Sansica,35, trapanese. Il giovane la sera del 21 aprile scorso, attorno alle ore 23.00, mentre si trovava in compagnia di altre 5 persone, aveva preso di mira, senza apparente motivo, due cittadini extracomunitari che stavano passeggiando per le vie del centro storico.

Al diniego di una delle due vittime di consegnarli una sigaretta, Sansica gli ha sferrato una violenta coltellata. Vittima un cittadino di nazionalità marocchina. Gli altri componenti del “branco” invece si erano scagliati contro l’altro extracomunitario, colpendolo con calci e pugni al volto

A seguito della gravi lesioni riportate, la vittima è stata immediatamente trasferita presso l’Ospedale Civico di Palermo per le cure del caso con prognosi riservata sulla vita. Nel luogo in cui è avvenuta l’aggressione  sono state rinvenute numerose tracce di sangue,  mentre la perquisizione personale nei confronti di Sansica, individuato dalla vittima, ha consentito agli agenti di rinvenire il coltello a serramanico utilizzato dal malvivente. Fabio Sansica, pluripregiudicato per reati dello stesso tipo, si trova adesso in carcere.

 

La seconda persona arrestata dagli agenti della Mobile è Paolo Minaudo, classe 1987, che

nella serata del 22 Aprile scorso guidando sotto i fumi dell’alcol, era arrivato contromano sul lungomare Dante Alighieri e, sceso dal veicolo, aveva minacciato con una mannaia le persone presenti  dinanzi ad un ristornate generando panico tra i presenti. Grazie al tempestivo intervento degli operatori di polizia, il giovane è stato  immobilizzato. Il GIP ha disposto nei confronti di Minaudo la misura degli arresti domiciliari. Gli è stato applicato il braccialetto elettronico.

 

 

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.