Il cane Tito fiuta la droga all’interno di un peluche: arrestato 23enne mazarese

756
SONY DSC

Con l’accusa  detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, i carabinieri della Compagnia di Mazara del Vallo hanno arresto Francesco Salvo, 23 anni, mazarese. Nel corso di un controllo nella abitazione dove risiede, notando che il giovane si era innervosito, i militari dell’arma hanno deciso di perquisire la casa con l’aiuto di pastore tedesco.

Il cane, di nome “Tito”, ha fiutato che  all’interno di un peluche erano stati nascosti 160 grammi cocaina, mentre all’interno di uno zainetto si trovavano 100 grammi di marijuana. La droga, qualora immessa sul mercato, avrebbe fruttato circa 8 mila euro. Lo stupefacente era suddiviso in più sacchetti di plastica insieme a due bilancini di precisione.

Questa mattina Francesco Salvo è stato giudicato con il rito direttissimo. Il giudice ha  convalidato il suo arresto sottoponendolo al regime degli arresti domiciliari con il braccialetto elettronico.

 

Nell’ambito dei controlli del territorio, nei giorni scorsi, i militari dell’Aliquota Radiomobile, hanno denunciato A.M. 25 enne di Mazara, A.I. 25 enne di Mazara,  e A.K. tunisino 45 enne; tutti sorpresi alla guida delle rispettive vetture con un tasso alcolemico superiore ai livelli consentiti dalla legge e puniti con pene severissime che vanno dal deferimento all’Autorità Giudiziaria,  al ritiro immediato della patente e la sanzione accessoria della sospensione dal titolo di guida che può arrivare, per i casi più gravi, fino ad un massimo di due anni.

.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.