Marsala, rapina due donne dopo il prelievo in banca. Arrestato un uomo

I carabinieri della Compagnia di Marsala hanno tratto in arresto, per rapina aggravata e detenzione illegale di arma, Maurizio Sansica, marsalese classe ’67.

Nello specifico, l’uomo è ritenuto responsabile di due rapine a mano armata, ai danni di due diverse donne, subito dopo il prelievo da parte delle stesse di denaro contante presso gli istituti di credito. Nel primo caso, il rapinatore dopo aver individuato la propria vittima che era appena uscita dall’ufficio postale di Petrosino, ha atteso che la stessa salisse in macchina per poi puntarle una pistola alla tempia e farsi consegnare la borsa con 500 euro in contanti e tre libretti di risparmio. Nel secondo caso, commesso a distanza di un giorno, il rapinatore ha aspettato che un’anziana donna uscisse dalla Monte dei Paschi di Siena di Petrosino per poi seguirla con la propria autovettura fin sotto casa dove, sotto la minaccia dell’arma, si sarebbe fatto consegnare la borsa con 300 euro appena prelevati. Avviata quindi l’indagine, gli investigatori hanno raccolto le testimonianze nonché le descrizioni dalle due donne. Estrapolate le immagini dei sistemi di videosorveglianza presenti lungo le vie di fuga, gli stessi si sono accorti della presenza della stessa auto, un’utilitaria di colore scuro, con un particolare adesivo posto sul parabrezza e senza lo sportellino del serbatoio carburante, presente in entrambe le scene del crimine, giungendo all’identificazione del malvivente. Rintracciato, il Sansica è stato condotto presso il carcere di Trapani dove resterà fino al termine delle indagini preliminari ed in attesa del processo.