Marsala, una messa in memoria del maresciallo Mirarchi

Il maresciallo Silvio Mirarchi

Giovedì 1 giugno alle ore 17.30,  presso la chiesa Maria Santissima Ausiliatrice, verrà celebrata la Messa in suffragio del Maresciallo Capo Silvio Mirarchi, ad un anno dalla scomparsa.  La funzione verrà officiata dal cappellano militare Don Salvatore Falsone, alla presenza della vedova,  Antonella Pizzo e dei figli Debora e Valerio. Interverranno il Comandate della Legione Carabinieri Sicilia,  Generale di Brigata Riccardo Galletta e le massime autorità locali.

Il Maresciallo Mirarchi, 53 anni, vice comandante della stazione di Ciavolo, venne ucciso il 31 maggio dello scorso anno in contrada Ventrischi. Stava facendo un appostamento, assieme ad un collega, nei pressi di una serra di marijuana.
I due militari dell’arma hanno notato qualcosa e sono scesi dall’auto, una volta intimato l’alt e dopo essersi identificati come carabinieri, a loro indirizzo sono stati esplosi diversi colpi di pistola. Uno di questi ha reciso l’aorta di Mirarchi. Portato prima all’ ospedale di Marsala e poi al Villa Sofia di Palermo, per il maresciallo non c’è stato nulla da fare, è morto il giorno dopo. Una vicenda che ha scosso l’intera città. I funerali sono svolti in maniera solenne alla presenza alla presenza delle autorità civili, militari e religiose. Cordoglio alla vedova e ai figli  è stato espresso dalle più alte cariche istituzionali dello Stato, ad iniziare dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Dopo l’omicidio del maresciallo Mirarchi, gli investigatori hanno arrestato prima un uomo, affitturario della serra con sei mila piante di marijuana. Poi sono andati avanti dell’inchiesta e sono arrivati all’arresto di Nicolò Girgenti, un bracciante agricolo ritenuto uno degli autori dell’omicidio.

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.