Palermo, Orlando verso la riconferma, Ferrandelli secondo, terzo Forello

313

Leoluca Orlando è in testa anche se ancora i dati non sono ancora definitivi. Di definitiva c’è la percentuale degli elettori che oggi, nell’unico giorno di tornata elettorale, ha visto soltanto il 52,57% di elettori palermitani che si sono recati alle urne per eleggere il nuovo sindaco. L’affluenza è più bassa della scorsa volta che superò in quella occasione quota 63%. Orlando viene dato in testa ma si profila l’ipotesi di ballottaggio. Il sindaco uscente si attesterebbe sul 42% seguito da Fabrizio Ferrandelli a quota 33%. Terzo sarebbe il candidato del Movimento Cinque Stelle che si attesterebbe su una percentuale del 20%. Se i dati fossero reali, Orlando però uscirebbe vincente a primo turno perché ha già superato la percentuale del 40%. Sarebbe premiato dunque dall’ultima legge elettorale che ha abbassato la percentuale che occorre per essere eletti sindaci a primo turno.  Prima era necessario conquistare il 50% più 1 degli elettori mentre adesso basta il 40%.
Fiducia dal comitato di Orlando: “In attesa di risultati certi, sembra evidente che la mia candidatura fra tutte le candidature delle grandi città italiane è quella che riporta il miglior risultato – dice il sindaco uscente –  il che costituisce la conferma del riconoscimento di un cambiamento che deve continuare dopo gli anni devastanti del governo di centrodestra. La positività di questa esperienza e l’esigenza di non fermare il cambiamento sono stati confermati dalla mia proposta di civismo politico lontano da velleitarismi e da soffocanti logiche di apparato.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.