Si suicida in caserma comandante dei carabinieri originario di Calatafimi

Paolo Fiorello, comandante della stazione  dei carabinieri di Pizzo Calabro si è suicidato ieri in caserma con l’arma di ordinanza. Lo hanno trovato riverso sulla scrivania accanto ad un biglietto di addio in cui spiegava le ragioni del suo gesto. I suoi colleghi sono stati i primi a sentire quel cupo rimbombo dello sparo e si sono precipitati nella stanza del loro comandante ma non hanno potuto fare nulla per lui che si è suicidato rivolgendo l’arma contro il proprio cuore. Chi lo conosceva bene ha parlato di un momento difficile, di sconforto, che il maresciallo stava attraversando a seguito delle conseguenze di un incidente che aveva avuto recentemente e per il quale si trovava ancora in convalescenza. Fiorello temeva di dover rinunciare alla sua tanto amata divisa, di non potere più svolgere la sua normale attività di investigatore e comandante. Ultimamente si era incupito ma nessuno presagiva l’incombente tragedia che da lì a poco sarebbe avvenuta. Aveva 37 anni ed era originario di Calatafimi ma da sette viveva a Vibo Valenzia dove era molto amato. Dopo l’esame autoptico, la salma tornerà a Calatafimi dove sarà tumulata

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.