Campobello di Mazara, ucciso imprenditore agricolo

645

Giuseppe Marcianò, 47 anni, è stato colpito alle spalle mentre si trovava a bordo della sua auto. A sparare sarebbero stati due killer. L’omicidio si è consumato nella tarda mattinata di ieri nella frazione di Tre Fontane, in una zona di campagna. L’uomo, originario di Carini, imprenditore agricolo, era proprietario di un agrumeto nel comune del trapanese. L’auto utilizzata per l’agguato poi è stata data alle fiamme.

Marcianò era figlio di Francesco, arrestato qualche anno addietro e genero del boss Diego Burzotta del mandamento di Mazara del Vallo. Del caso, si occupano i carabinieri del Nucleo investigativo di Trapani di concerto con gli uomini della Squadra Mobile del capoluogo, coordinati dal neo procuratore aggiunto di Palermo, Paolo Guido. Non si esclude la pista mafiosa

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.