Protesta al mercato di Vittoria, ciliegino rovesciato a terra dai produttori

I produttori di cilegino hanno protestato stamattina all’alba, prima dell’apertura dei cancelli del mercato ortofrutticolo di Vittoria uno dei più importanti d’Europa. Il prezzo che viene riconosciuto ai produttori, al chilo, è troppo basso, si parla di 10/20 centesimi, a fronte della cifra che invece raggiunge nella grande distribuzione che è di circa 4 euro al chilo. Per questo, per protesta, i produttori di pomodoro hanno buttato a terra le cassette di ciliegino schiacciandolo, e per pulire a terra è stato necessario l’intervento della squadra di operai per ripulire il piazzale. Gli operai però sono stati contrastati però da alcuni esponenti del Movimento dei Forconi e del Movimento degli Agricoltori che volevano impedire la pulizia del luogo.E’ arrivata pure una volante della Polizia per cercare di sgombrare il piazzale, trattandosi di una manifestazione estemporanea e non autorizzata ma il presidio dei produttori è rimasto.