Allarme diossina ad Alcamo, il sindaco consiglia di restare a casa

Il rogo che si presume sia di origine dolosa, scoppiato nel tardo pomeriggio di ieri, domenica 30 luglio, in un deposito di stoccaggio di rifiuti ad Alcamo, in contrada Sasi-Vallone Monaco, sta creando seri problemi sia all’aria che al suolo. L’allarme non è ancora rientrato e il sindaco Domenico Surdi, ha emesso una ordinanza con la quale ha invitato la cittadinanza a tenere chiuse le finestre e a non accendere i condizionatori dato che questi, utilizzano l’aria esterna per raffreddarla e la immettono nei locali. In un periodo di caldo asfissiante come questo, siamo già alla quinta ondata di calore da quando ha avuto inizio l’estate, stare tappati in casa e senza refrigerio, può rappresentare un serio pericolo per la salute. Si attendono i risultati dell’ARPA per valutare i danni e rientrare, si spera, dall’allarme diossina.