Incendio ad Alcamo: revocata ordinanza sindacale. Attesa per risultati Arpa

Il sindaco Domenico Surdi ha revocato l’ordinanza emessa ieri- a seguito dell’incendio al deposito di stoccaggio dei rifiuti in contrada Sasi- con cui vietava ai cittadini di stazionare all’aperto. Un primo provvedimento che lascia ben sperare sulla qualità dell’aria in città, dopo  il paventato rischio diossina che si sarebbe sprigionata a seguito della combustione di plastica, cartone, legno e di rifiuti solidi urbani; combustione  che è durata più di 24 ore con una colonna densa di fumo nero, alta più di un chilometro, che ha sovrastato il territorio e reso l’aria irrespirabile.  Nel pomeriggio, Surdi ha partecipato all’incontro con i componenti del Centro Operativo Comunale, che monitora la situazione,  durante il quale sono stati resi noti i dati rilevati dall’ARPA e da parte del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco. Si resta però in attesa dei risultati dell’Arpa. “Restiamo in attesa dei dati riguardanti le eventuali sostanze nocive all’ambiente che saranno forniti dall’Arpa- ha dichiarato Surdi- intanto a scopo precauzionale raccomandiamo la cittadinanza di lavare accuratamente i prodotti ortofrutticoli”.