Rubano energia elettrica affidandosi a Padre Pio, due denunce ad Alcamo

270

 

I carabinieri di Alcamo hanno fatto una singolare scoperta in un rinomato negozio della cittadina del trapanese. Hanno notato sul contatore elettrico dell’esercio commerciale una grossa statua del Santo di Pietralcina e questo ha attirato la loro attenzione. La base della statua è apparsa fin da subito troppo grande rispetto alla testa e quando l’hanno spostata hanno notato che pesava troppo rispetto a un manufatto in gesso quale era. I Carabinieri hanno scoperto così un potente magnete celato all’interno della base in gesso che, di fatto, manometteva il funzionamento del contatore elettronico dell’ENEL garantendo un “risparmio” di circa il 90% in bolletta. Quella che, a prima vista, poteva apparire una benevola esternazione di fede da parte del commerciante, ben presto si è invece dimostrata un’astuta trovata del  per abbattere i costi  salati della bolletta energetica.

 

I due proprietari dell’attività commerciale sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Trapani per furto aggravato di energia elettrica.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.