Trapani, coltivava marijuana: arrestato marchese Platamone

I carabinieri hanno arrestato in flagranza di reato Enrico Platamone, 59 anni, residente nella frazione di Nubia, per coltivazione di sostanza stupefacente. L’uomo, in un appezzamento di terreno nelle pertinenze di un baglio di famiglia, in località San Nicola ad Erice, è stato sorpreso ad annaffiare le piante di marijuana , tramite una tanica che riempiva in un ruscello limitrofo alla piantagione. I militari hanno rinvenuto  59 piante di marijuana e materiale vario utilizzato per la coltivazione delle stesse. Per il 59enne sono quindi scattate le manette. Il GIP del Tribunale di Trapani ha  convalidato l’arresto disponendo nei confronti dell’uomo la prosecuzione della misura cautelare presso il proprio domicilio.

Enrico Platamone discende da un nobile casato: i marchesi Platamone, originari di Catania, già dal 1400 rappresentavano una delle famiglie più ricche e influenti della Sicilia. Nel 1800 fecero costruire a Trapani uno dei palazzi più belli ed eleganti della città, in stile neo classico, di fronte la Villa Margherita; proprietà che poi venne venduta suddividendola in varie porzioni. Enrico Platamone ha avviato diverse attività imprenditoriali senza ottenere il successo sperato; da alcuni anni si divide tra la Sicilia e l’Inghilterra dove conviverebbe con una nobildonna inglese.