domenica, Dicembre 4, 2022
HomeCronacaVacanza finita in tragedia: trapanese muore a Capo Noli

Vacanza finita in tragedia: trapanese muore a Capo Noli

Lo hanno cercato per tutta la notte. La speranza di ritrovarlo in vita è svanita questa mattina attorno 9:45 quando è stato individuato il suo corpo a circa un miglio dalla costa. Una vacanza finita in tragedia per Gaspare Miceli, 31 anni, originario di Trapani, carabiniere in servizio a Roccaverano (Asti). Si trovava a Noli (Savona) per trascorrere qualche giorno tra riposo e divertimento assieme ad un amico. Ieri alle 16,00 la nuotata a Capo Noli per seguire una delle sue passioni: lo snorkeling. I due amici si sono separati, ma il 32enne non è più tornato a riva.  Dopo un po’ di tempo, l’amico, preoccupato, ha lanciato l’allarme. La macchina dei soccorsi, partita alle 20,  si  è mossa immediatamente.  Guardia Costiera, Vigili del Fuoco, Motovedette, Elicotteri e sommozzatori dei Carabinieri hanno avviato ricerche durate tutta la notte. Questa mattina si è nuovamente alzato in volo l’elicottero dei Vigili del Fuoco che ha avvistato ad un miglio da Capo Noli il corpo del giovane ormai privo di vita. Secondo un primo accertamento del medico legale, sembra che Gaspare Miceli sia annegato, forse a causa di un malore.

Il giovane carabiniere abitava ad Acqui Terme e giocava a calcio nella squadra del Bistagno. Era sposato da un anno con Myriam, 26 anni, una bella ragazza trapanese che in passato ha partecipato ad alcuni concorsi di bellezza. La coppia, molto affiatata, era stata ospite un po’ di tempo fa della trasmissione Detto Fatto condotta da Caterina Balivo.

RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments