Palermo, spaccia droga con un paniere dal balcone di casa: arrestato 35enne

332

Aveva messo su un meccanismo perfetto per spacciare droga anche se era sottoposto agli arresti domiciliari con obbligo di braccialetto elettronico. Vincenzo Falsone, 35 anni, palermitano, si trovava alle restrizioni giudiziarie per un furto commesso ai danni di una tabaccheria e per poter spacciare sostanze stupefacenti, rimanendo tranquillamente a casa, aveva agganciato un cavo d’acciaio collegato dal balcone alla strada che gli consentiva di consegnare le dosi richieste “agli avventori” grazie ad un cestino legato ad una corda che faceva sfilare lungo il cavo. I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Palermo San Lorenzo hanno fatto irruzione nella sua casa e lo hanno trovato seduto al tavolino sul balcone con 21 dosi di hashish e 4 di cocaina, oltre alla somma di 105 euro ritenuta provento dell’attività illecita. La perquisizione estesa agli altri ambienti della casa, ha permesso di trovare, in un camerino, all’interno di alcune scatole per scarpe, altri 2 panetti di hashish, 3 bilancini di precisione e materiale  vario per il confezionamento delle dosi.

Fasone è stato arrestato per detenzione illecita di sostanze stupefacenti e  condotto al carcere “Pagliarelli” a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.