Marsala. Spiaggia di San Teodoro senza bagni pubblici, la denuncia dell’ex assessore Rubbino

«I bagnanti, non possono soddisfare i propri bisogni fisiologici in quanto l’amministrazione comunale, poco lungimirante, non ha pensato di installare i bagni chimici, con i disagi che è facile immaginare: I turisti così sono costretti a rivolgersi alle strutture private che insistono sulla zona e che non possono trasformarsi certamente in “servizi igienici pubblici”». Questa la denuncia dell’ex assessore Salvatore Maurizio Rubbino che prosegue dicendo che «La zona balneare di San Teodoro di Marsala dovrebbe essere valorizzata e curata in quanto luogo a vocazione turistica, con affluenza, nel periodo estivo, di migliaia di persone. Potrebbe sembrare un aspetto marginale ma non lo è. Purtroppo l’amministrazione comunale si sta dimostrando incapace di porre rimedio anche ai problemi di facile soluzione, dimenticando che questa zona di Marsala dovrebbe essere valorizzata per il grande interesse che riveste nei turisti». L’estate comunque volge al termine e il problema adesso non sembra più rilevante. Si spera che per l’anno prossimo si possa provvedere in tempo all’installazione di bagni pubblici.